mangiavo un bignè

non cerco mio padre
l’ho detto mille volte

alle ombre dei cipressi
all’ape che sfugge
i fiori sempre verdi
a mia madre che l’addobba
con tre garofani ogni sera

lui preferiva il giallo

l’ho visto stamattina
maglioncino bianco
pantaloni beige
dice che il chiaro
non invecchia troppo

mangiavo un bignè
di quelli con la panna

non cerco mio padre
mi chiama ogni momento
due parole, così
per sentirsi vivo

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *